IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Lunedi 27 Luglio 2020

Vino: come sfruttare i prodotti di scarto

I prodotti di scarto del vino possono essere utilizzati in diversi modi, grazie a riciclaggio e upcycling (riuso migliorativo e creativo).

di Emanuele Fiorio

La sostenibilità nell'industria del vino è un argomento di cui si è dibattuto molto, ma quante leve possono utilizzare i produttori di vino per risparmiare risorse? Possono scegliere determinate attrezzature, puntare sulle energie rinnovabili, rinunciare alle bottiglie di vetro, ottimizzare l’uso dei fitofarmaci.
E la gestione del riciclaggio? Come si possono riciclare i prodotti di scarto? Ecco alcuni esempi virtuosi, proposti da Wine Business International.

Dalla vinaccia alla pelle
Si stima che ogni anno in tutto il mondo si producano circa 10 milioni di tonnellate di vinaccia - ciò che rimane dopo la pigiatura dell'uva. Questi resti di solito finiscono di nuovo nel vigneto come fertilizzante o, in alcuni casi, vengono utilizzati per produrre acquavite di vinaccia. Grazie a nuove ricerche e tecnologie questo prodotto di scarto sta diventando la materia prima per prodotti completamente nuovi.

Un esempio di questo approccio proviene dall'azienda milanese Vegea, che lavora in collaborazione con alcune aziende vinicole italiane. L'azienda è stata fondata nel 2016 e si occupa di ricerca e produzione di tessuti a base di sottoprodotti organici - in questo caso le bucce, i semi e i raspi dell'uva.
Dalla vinaccia viene estratto un composto polimerico che viene poi spalmato su un tessuto di supporto che ha l'aspetto ed il comportamento di una pelle animale. Il materiale non solo è vegano, ma è realizzato senza solventi, metalli pesanti e senza consumo di acqua, a differenza della lavorazione della pelle animale. I vantaggi parlano da soli, e così il colosso della moda H&M ha già avviato una collaborazione per la loro Conscious Exclusive Collection Primavera/Estate 2020.

Cabernet Sauvignon contro le strade dissestate
Gli ingegneri cileni hanno scoperto un campo di applicazione completamente diverso per le bucce dell'uva. Insieme al suo team, Guillermo Thenoux, professore di Ingegneria e Gestione delle costruzioni alla Pontificia Universidad Católica di Santiago, ha studiato l'effetto della vinaccia sul dissestamento delle strade asfaltate. Il problema deriva dal fatto che le strade asfaltate subiscono un processo di ossidazione nel tempo, diventando più rigide e soggette a crepe. "Da qui l'idea di utilizzare la vinaccia disidratata e polverizzata per mantenere il manto stradale, in quanto si tratta di un prodotto con un'elevata capacità antiossidante", ha spiegato il professor Thenoux. Il risultato: l'aggiunta dell'antiossidante della vinaccia ha ridotto del 14% l’usura e le crepe delle pavimentazioni in asfalto.
Il team per le sue ricerche ha utilizzato le vinacce di diverse varietà di uva e ha scoperto che i resti del Cabernet Sauvignon si sono comportati particolarmente bene, probabilmente a causa del maggiore contenuto di polifenoli nelle uve.

Residui di potature per il barbecue
A molti piace accendere il barbecue in estate, ma in Germania è un'ossessione nazionale. I tedeschi usano circa 250.000 tonnellate di carbone di legna importato ogni anno. Eppure, quando l'organizzazione tedesca dei consumatori Stiftung Warentest ha dato un'occhiata a ciò che c'era all’interno dei sacchi di carbone, ha scoperto che 5 dei 17 sacchi esaminati contenevano legno tropicale abbattuto illegalmente.
C'è una soluzione molto più sostenibile e a portata di mano, grazie all'industria vinicola tedesca. Non solo i viticoltori usano le viti secche per accendere i propri barbecue, alcuni vendono sacchetti porzionati in cantina o online come l'azienda RebenGlut. Alcune aziende vinicole, come Manincor in Italia o Kollwentz in Austria, utilizzano i residui di potatura anche per produrre cippato utile per il riscaldamento.

Riciclaggio dei tappi
Un buon tappo di sughero non ha bisogno di essere buttato nel cestino, perché può essere riciclato.
NABU (Nature and Biodiversity Conservation Union) è uno dei maggiori gruppi ambientalisti in Germania. L'ufficio di Amburgo ha lanciato una campagna, mettendo dei punti di raccolta dei tappi in sughero in tutta la Germania. I tappi di sughero vengono poi utilizzati per produrre granulato per l'isolamento. Le vendite del materiale isolante sostengono i progetti di protezione delle gru (gli uccelli) in Germania ed in Spagna.