IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Venerdi 14 Febbraio 2014

Tutte le storie di successo sul fronte dell’export sono "firmate" da persone più che da prodotti

Primo giorno di corso export manager: diario del precorso di formazione che prepara risorse umane che lavoreranno nel vino.

di Redazione Wine Meridian

Fabio Piccoli docente del corso
E’ appena terminato il primo giorno di corso export manager.
Vi riportiamo il decalogo dei punti chiave di oggi.

1. Ciò che non riescono a fare le dimensioni lo fanno le relazioni: il mercato del vino è un mercato innanzitutto di relazioni. Quando si parla di vino si tratta di creare relazioni.

2. La risorsa umana è la chiave: non si può fare business nel vino se non c’è una risorsa umana adeguata e in grado di creare relazioni

3. La schematicità nel mondo del vino non è un prerequisito

4. Il consumatore mondiale di vino prolifera: è curioso ed infedele , ma questa è la nostra grande fortuna.

5. Non parliamo più del rapporto qualità-prezzo ma del rapporto identità-valore. L’identità è qualcosa di molto concreto: più tu la sai far percepire e più avrai opportunità di business

6. La conoscenza dei canali distributivi è fondamentale: conoscere i canali più importanti .

7. Non esiste più una tendenza dominante: non esistono più i fari di riferimento.

8. Il consumatore di vino si comporta in questo modo: conosco-apprezzo-cambio.

9. Non pensiamo di creare business incredibili con modalità episodiche

10. Si è maturata nella civiltà mondiale una idea che l’italianità è qualcosa di simbolicamente importante in termini di qualità della vita. E noi italiani siamo i primi a denigrarla.