IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Venerdi 13 Marzo 2015

Prowein: il vino mondiale va in scena in Germania

5.800 espositori, oltre 300 eventi a tema, 50 Paesi .

di Redazione Wine Meridian

Torna anche quest’anno una delle principali fiere del mondo del vino in Europa: ProWein, in partenza a Düsseldorf da domenica 15 a martedì 17 marzo. La straordinaria varietà della ProWein si concretizza non solo nella partecipazione di circa 5.800 espositori provenienti da 50 Paesi del mondo, bensì anche nelle numerose manifestazioni di alto profilo offerte.
La partecipazione più grande arriva di nuovo da Italia (ca.1.350), Francia (ca.1.250) e Germania (ca. 950), ma è stato registrato un particolare incremento dei partecipanti dall’Australia, dalla Spagna e dagli Stati Uniti. Dopo due anni di pausa si presenteranno nuovamente quest’anno anche alcuni produttori indiani, mentre otto aziende vinicole della Bolivia festeggiano il loro debutto in Fiera.
La prima importante novità del 2015 è il cambio di padiglioni: ProWein infatti si sposta dai padiglioni 1-7.1 ai padiglioni 9-17, rimanendo invariata la ripartizione fatta secondo Nazioni e Regioni che come negli anni precedenti, che consentirà un orientamento intuitivo all’interno della Fiera.

Gli eventi
Il programma della manifestazione prevede 300 eventi unici, viaggi guidati attraverso i diversi mondi vinicoli delle numerose nazioni rappresentate.
Vi vogliamo segnalare alcuni dei più attrattivi per le tematiche affrontate.
Presentato dalla ProWine China il professore Li Demei, leader enologo ed esperto vinicolo, darà informazioni sul vino in Cina e presenterà oltre ad indicazioni di base sul mercato vinicolo anche vini di produttori cinesi, leader del loro settore.
L’IVDP (Instituto dos Vinhos do Douro e Porto) invita a degustare gli apprezzati vini Porto di 40 anni, mentre p&f wineries organizza un archivio di degustazione con diversi tipi di vino bianco. Completamente nuovo quest’anno è il Blending-Seminar der L’Ecole du Vin de Bordeaux in cui i partecipanti possono creare personalmente il Bordeaux perfetto per loro.
Il nuovo espositore Weingut Merkle presenta un progetto innovativo, che impiega del lievito selvatico ricavato dai propri vigneti per la fermentazione del vino. Demeter presenta tendenze attuali di viticoltura biodinamica in Germania, mentre il rinomato Istituto Britannico di ricerche di mercato Wine Intelligence esamina le tendenze globali di consumo nelle diverse categorie di vini. L’individuazione e la valutazione dei difetti del vino non è solamente oggetto del rinomato WSET (Wine & Spirit Education Trust), bensì anche un punto forte del nuovo "Education Center" della rivista tedesca Wein+Markt.
Gli eventi verranno presentati da esperti di alto livello del settore, tra cui eccellenti sommelier o giornalisti specializzati.
Per la prima volta l’Istituto Masters of Wine invita ad un esclusivo evento di degustazione, domenica sera (15 Marzo) dopo la chiusura della Fiera nel CCD Ost. Sotto il titolo "Masters of Winemaking" i viticoltori che portano il titolo di Master of Wine, presenteranno i loro vini pregiati.
La Fiera di Düsseldorf ha inoltre organizzato la presentazione speciale "Same but different" che comprenderà circa dieci partecipanti da Germania, Francia, Paesi Bassi e Curacao, Spagna e Sud Africa: produttori e/o commercianti di vino che secondo il giudizio degli organizzatori sono "in qualche modo diversi", sia nella produzione del vino che nella sua commercializzazione. Con "same but different" i responsabili della ProWein vogliono offrire una piattaforma di idee e strategie innovative e favorire ispirazione e scambio creativo all’interno del settore.

Per la maggior parte degli eventi è richiesta una prenotazione. I corrispondenti dati di contatto e tutti i dettagli su date e orari sulle oltre 300 manifestazioni si trovano su www.prowein.com.