IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Lunedi 06 Settembre 2021

Nel 2021 la vendemmia è ancora più digitale con i nuovi servizi della piattaforma SOS QualiTec

La piattaforma nata nel 2020 dalla collaborazione tra Cantina dei Colli Romagnoli, Terre Cevico e Image Line, presenta i nuovi servizi che renderanno la vendemmia ancora più digitale. A breve la piattaforma anche un servizio sui dati climatici e un sistema di messaggistica tra le aziende.

A un anno dal suo ingresso “in campo”, SOS QualiTec, la piattaforma nata dalla collaborazione tra Cantina dei Colli Romagnoli, Terre Cevico e Image Line, che permette la verifica della conformità dei trattamenti fitosanitari nell’ottica di una maggiore tracciabilità e sostenibilità, presenta i nuovi servizi a supporto di una filiera sempre più digitalizzata.

Lanciata nel 2020, la piattaforma ha aperto la strada a un sistema che permette una tracciabilità e sostenibilità del prodotto sempre più puntuale grazie all’inserimento del registro dei trattamenti all’interno di un supporto informatico che consente, con l’ausilio di database aggiornati in tempo reale, di verificare eventuali non conformità sulle uve e di ottemperare agli obblighi normativi.

“Per lavorare in un’ottica sempre più sostenibile sia dal punto di vista ambientale che gestionale ci siamo prefissati di portare avanti un importante processo di digitalizzazione – afferma Daniele Rossi, Responsabile Agronomico Cantina dei Colli Romagnoli.Durante la vendemmia 2020 tutti i registri dei trattamenti sono stati inseriti all’interno della piattaforma, permettendoci in questo modo di avere la certezza della conformità delle uve e una completa digitalizzazione. Subito dopo la vendemmia abbiamo continuato a lavorare alle schede dei sopralluoghi in vigneto, compilabili oggi sempre all’interno della piattaforma, e alla geolocalizzazione delle aziende agricole, con il proposito futuro di avere per ogni viticoltore associato, una sorta di carta d’identità con tutti i dati disponibili presenti in un unico contenitore, appunto la piattaforma.“

I nuovi servizi della piattaforma SOS QualiTec

Geolocalizzazione dei vigneti per facilitare sopralluoghi e campionamenti delle uve

Gli agronomi a partire da quest’anno compileranno le schede di rilevazione vigneti sulla piattaforma informatica, creando una sorta di database accessibile a tutti gli attori della filiera. Inoltre, alla geolocalizzazione dei sopralluoghi la piattaforma è stata integrata con le mappe dei vigneti, partendo da Livio della Rosa, Caroli Graziano e Salizzoni aziende agricole del Gruppo Operativo insieme a Cantina dei Colli Romagnoli e Terre Cevico. Le stesse mappe saranno dotate di dettaglio varietale al fine di localizzare i punti di prelievo uve per le curve di maturazione. Questo annullerà i margini di errore da parte degli operatori che eseguiranno i prelievi delle uve. La fase di campionamento verrà dunque standardizzata consentendo confrontabilità delle informazioni nel corso delle annate. 

Integrazione di un modello in grado di prevedere i principali parametri chimico-fisici delle uve.

Sulla base dell’andamento storico e dei dati climatici si punta a stimare l’epoca di raccolta e conseguentemente ottimizzare le attività in cantina. Il modello, elaborato grazie al supporto tecnico-scientifico del Prof. Stefano Poni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, facilita la programmazione dei conferimenti dei soci in areali differenti, permettendo una semplificazione nella gestione delle partite di uve e una maggiore precisione nella definizione delle date di apertura degli stabilimenti. Il modello consentirà di costruire vere e proprie mappe di maturazione a seconda del territorio e dell’annata.

Il clima è uno dei fattori che maggiormente influenza quantità e qualità della viticoltura – afferma il Prof. Poni.  Per studiare le interazioni tra questi fattori, si ricorre normalmente al calcolo di “indici bioclimatici” in grado di discriminare e delimitare le aree vitate sulla base delle finalità viti-vinicole. In particolare, all’interno del progetto SOS QualiTec, sulla base di alcuni dati poliennali forniti dalla cantina dei Colli Romagnoli, è stato condotto uno studio preliminare per quantificare la bontà “predittiva” di vari indici bioclimatici senza peraltro trascurare anche il semplice numero dei giorni che intercorre tra una fase fenologica e l’altra”. 

Verifica della conformità dei trattamenti fitosanitari.

L’inserimento del registro dei trattamenti in supporto informatico consentirà, con l’ausilio di database aggiornati in tempo reale, di verificare eventuali non conformità sulle uve, di ottemperare agli obblighi normativi, nonché rispondere alle esigenze di eventuali mercati circa l’assenza di residui di specifici principi attivi nei vini. Inserendo i registri dei trattamenti sarà possibile analizzare i principi attivi utilizzati dai soci, individuare quelli da limitare e mettere a punto linee guida interne per un uso più sostenibile dei prodotti fitosanitari e per consigli sulla difesa.

“Il sistema SOS QualiTec – afferma Ivano Valmori, Ceo di Image Line - permette di raggruppare i produttori non solo per vitigno, per epoca di raccolta o per le caratteristiche che deve avere il vino, ma anche per quello che è stato fatto in campo. Se un paese importatore mostra una certa sensibilità all’uso di una determinata molecola usata per la difesa, la piattaforma sarà in grado di escludere la partita che ha ricevuto quel trattamento da quel mercato specifico. Questo fino a poco tempo fa era inimmaginabile, mentre oggi si riesce a fare e soprattutto si può pianificare già 15 giorni prima della vendemmia”.

SOS QualiTec si avvia ora all’attivazione entro la fine dell’anno dall’integrazione dei dati climatici a completamento delle curve di maturazione e dall’attivazione di un sistema di comunicazione per agevolare gli scambi tra aziende agricole, tecnici agronomici, analisti di laboratori, enologi e altri operatori della filiera interessati.

Terre Cevico investe su progetti di filiera che coinvolgono la propria base sociale costantemente e nel caso di SOS QualiTec il soggetto protagonista è Colli Romagnoli, la cooperativa di base che rappresenta attraverso i propri soci viticoltori tutta la produzione vinicola della dorsale collinare romagnola e con la quale il gruppo collabora per la valorizzazione di territorio, vitigni e vini provenienti dalla collina.

Già dal 2010 con il progetto Terre del sangiovese e l’azienda del gruppo Rocche Malatestiane, Terre Cevico insieme a Colli romagnoli ha iniziato un percorso di mappatura del territorio riminese e dei soci, per un progetto di cooperazione ad alta specializzazione, volto a delineare i caratteri identitari del sangiovese a Rimini, con riferimento ai tre terroir di provenienza delle uve. Progetto questo, che ha portato a considerazioni importanti da parte dell’editoria specializzata con un premio ricevuto per tre anni consecutivi dal Gambero Rosso, l’ambitissimo Tre Bicchieri.