IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Venerdi 14 Febbraio 2014

I 50 best wine italiani approdano in Messico

Il 18 febbraio farà tappa il Best Italian Wine Awards

di Redazione Wine Meridian

Luca Gardini
Dopo Milano e Bordeaux, il Best Italian Wine Awards, ideato dal sommelier di fama mondiale, Luca Gardini, fa rotta su Città del Messico. I 50 migliori vini d’Italia, la classifica ideata da Gardini e dal giornalista Andrea Grignaffini. sono il frutto di un lungo lavoro di selezione e degustazione delle migliori etichette italiane curato da un gruppo selezionato di giornalisti, critici ed esperti del mondo del vino. La prestigiosa classifica verrà presentata il 18 febbraio nella capitale messicana, alla presenza di oltre 100 giornalisti, 60 buyer e oltre 300 tra sommelier, winelover e ristoratori. Durante l'evento saranno assegnati gli Awards 2013, i premi speciali dedicati ai vini, alle aziende e alle persone che si sono distinte durante l’anno per aver contribuito a rendere il mondo del vino italiano un’esperienza unica, di carattere e personalità. In una parola hanno appieno promosso il made in Italy all'estero.
A rappresentare la giuria in Messico saranno Luca Gardini, Raoul Salama, docente presso la facoltà di Enologia di Bordeaux, giornalista e degustatore professionista e Pier Bergonzi della Gazzetta dello Sport penna della Gazza Golosa.

"E’ una occasione unica per il vino e per produttori italiani che potranno presentarsi in un Paese che ama il nostro life-style, amore testimoniato anche dai dati di vendita – ha spiegato Luca Gardini – Proprio in questi giorni è arrivata la notizia che il vino italiano ha superato quello francese e voglio credere di aver fatto la mia piccola parte. Il Messico è un paese che conosco bene e che adoro; i messicani meritano i nostri prodotti che qui vengono apprezzati e capiti. Dopo Bordeaux e Milano la tappa messicana consolida il lavoro che tutta la giuria ha fatto per valorizzare la filiera vitivinicola e il Made in Italy. L’alto numero di accrediti di giornalisti assicurerà all’evento un eco senza precedenti in un Paese che viene dipinto come la nuova Cina." 

Il tasso di crescita del consumo di vino in Messico è attestato al 13% annuo  il che, accompagnato al consistente numero di ricchi e alto borghesi, fa di questo paese una nuova frontiera per i vini e il food italiano. Al termine della presentazione della classifica sarà Salvatore Tassa – Chef de Le Colline Ciociare ad Acuto a rappresentare la cucina italiana e i prodotti che la rendono così amata anche in Messico.