IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Lunedi 24 Febbraio 2014

Gala a New York premiati Zonin e Mezzacorona

Un successo la 29esima edizione del Gran Gala dell'eccellenza italiana

New York. Con gli auguri del nuovo sindaco di New York, Bill de Blasio, che ha inviato un caloroso messaggio augurale, si è tenuta nella grande Ballroom del Pierre Hotel di Manhattam la 29ma edizione del GALA ITALIA, la esclusiva e prestigiosa manifestazione in favore dei grandi vini italiani.
È stato un grandissimo successo che ha visto alcuni dei più noti produttori italiani, personalmente presenti, i principali ristoranti della metropoli americana ed una selezione di prodotti alimentari di alta classe, alla ribalta della scena newyorkese per presentare ad un qualificato ed accuratamente selezionato segmento di operatori, giornalisti e VIP una selezione di quanto di meglio l'Italia può produrre in quelli che sono i settori trainanti del Made in Italy.
Il GALA ITALIA è iniziato alle dodici di giovedì e si è concluso oltre la mezzanotte, al termine della elegante Cena di Gala che ha visto un eccezionale abbinamento di vini e piatti di alta gastronomia, seguita dalla cerimonia di consegna delle medaglie d'oro ai produttori vinicoli, accolti sul palco dagli applausi dei 370 ospiti, in abito da sera con decorazioni che hanno gremito la bellissima sala del Pierre Hotel, la più prestigiosa ed elegante di New York e dalla performance di Francesco Cafiso, grande promessa del Jazz italiano, recentemente esibitosi alla Casa Bianca per il presidente Obama.
Di grande auspicio, per il GALA ITALIA - la principale e la più prestigiosa manifestazione vinicola italiana che si tiene ininterrottamente negli Stati Uniti da circa trenta anni – è stato il messaggio che il Sindaco di New York, Bill de Blasio ha inviato all’Italian Wine & Food Institute.
Nel suo messaggio il Sindaco, che sottolinea di essere sempre stato orgoglioso delle sue origini italiane, si rallegra che New York possa, ancora una volta, ospitare un evento di tale importanza che enfatizza il miglior cibo ed i migliori vini italiani.
Il Sindaco, ha anche ricordato che per più di trenta anni l’Italian Wine & Food Institute ha contribuito ad educare i consumatori americani sulla gastronomia ed i vini italiani di qualità e sui prodotti che hanno il marchio del Made in Italy e che grazie al GALA ITALIA l’Italian Wine & Food Institute ha contribuito a preservare la cultura italiana a New York enfatizzando anche i ristoranti, la moda e la musica.
L’evento di quest’anno al quale auguro un continuo successo, conclude il Sindaco, rafforzerà i rapporti fra New York e gli italiani ed sono "orgoglioso di dare il mio sostegno a questa celebrazione di tutte le cose italiane".
Oltre 500 selezionatissimi operatori del settore, giornalisti e VIP hanno preso parte a quello che da anni è diventato ormai il più importante appuntamento vinicolo italiano negli USA.
Nell’elegante cornice del prestigioso Pierre Hotel, nel cuore di Manhattan, sono stati presentati i grandi vini italiani, cui sono state accoppiate ricette della tradizione culinaria italiana, eseguite da chef di rinomati ristoranti e si è avuta l’occasione di degustare prodotti tipici, grazie alla presenza di prestigiose aziende produttrici di prodotti alimentari.
Il GALA ITALIA, come noto, è da anni un’iniziativa di grandissimo impegno ed eccezionale rilievo, anche mediatico, nonché un’ottima vetrina per i produttori italiani di vino e cibo di qualità.
Il Wine & Food Tasting, che è iniziato alle ore 12:00 e si è protratto fino alle ore 18:00, è stato il punto focale del GALA ITALIA. La Grand Ballroom del Pierre Hotel è stata allestita elegantemente con numerose "stations" che sono state assegnate ai vari espositori.
Al GALA ITALIA erano presenti numerose case vinicole, tra cui: Abraxas – Vigne di Pantelleria, Asti DOCG, Belguardo, Bertani, Jacopo Biondi Santi, Biondi Santi – Il Greppo, Ca’ Bolani, Mazzei - Castello di Fonterutoli, Castello di Lispida, Castello di Querceto, Cavit, Emporio Bruca, Fattoria del Castel Pietraio, Feudo Principi di Butera, Feudi di San Gregorio, Cantina di Mogoro, Cantine Giorgio Lungarotti, Marco Maci, Mezzacorona-Nosio, Planeta, Rocca delle Macie, Sella & Mosca, Tenuta del Garda, Tenuta Le Velette, Valdo Spumanti e Zonin.
Nell’ambito delle eccellenze gastronomiche italiane negli USA, hanno partecipato al GALA ITALIA alcune aziende del settore alimentare fra cui: Agriland Coffee, Agriland Italia, Ferrero, Ferrarelle, Illy Caffè oltre che alcuni dei più noti ristoranti della City come Macelleria, Osteria del Circo, Serafina, Sirio Restaurant e Risotteria Melotti, che per l’occasione hanno offerto una degustazione dei loro migliori prodotti. Sui loro stand, trionfi di salsiccia con peperoni, focaccia di riso speck e scamorza senza glutine, bruschette, trippa, farinata, risotto con le capesante, e tante altre prelibatezze della tradizione culinaria italiana.
Ciascun produttore ha selezionato vini di particolare pregio ed annata per presentare la propria migliore produzione.
Per dare ulteriore risonanza alla qualità dei vini esibiti al GALA ITALIA, è stato assegnato "Attestato di Merito" al miglior vino di ciascuna casa vinicola partecipante, selezionato da una apposita giuria americana.
Il conferimento degli "Special Awards of Merit", per il vino e il cibo quali eccellenze italiane nel mondo, è avvenuto durante il wine tasting. Gli attestati sono stati consegnati dal Console Generale, Ministro Natalia Quintavalle.
Durante il Wine and Food Tastig è stato distribuito un elegante catalogo a colori appositamente realizzato per il GALA ITALIA, nel quale è stato dato ampio spazio e rilievo a tutte le aziende presenti al GALA ITALIA ed agli sponsor fra cui Ferrarelle, Banca Intesa SanPaolo, Ferrero, MSC ed Omnia.
Per pubblicizzare ulteriormente i vini ed i prodotti alimentari presentati al GALA ITALIA, è stata allestito un apposito sito web nel quale è possibile consultare tutti i vini che sono stati presentati durante la manifestazione, ciascuno corredato da etichetta e descrizione.
Al termine del Wine & Food Tasting, si è avuto un breve intervallo nel quale la Grand Ballroom del Pierre Hotel è stata completamente trasformata acquistando un nuovo spettacolare look per la Cena di Gala.
La cena, in abito da sera, ha avuto inizio con gli inni nazionali e con i brindisi al Presidente degli Stati Uniti ed al Presidente della Repubblica Italiana che ha dato il Suo alto Patronato all’evento ed ha inviato un suo messaggio al presidente, Cav. di Gran Croce Lucio Caputo ed a tutti i partecipanti alla grande manifestazione.
Durante la cena, appositamente predisposta dallo Chef Nicola Valle con la supervisione di Giovanni Rana, sono state servite quattro portate, ciascuna delle quali abbinata ad un grande vino di annata.
Come vini d’apertura, per i brindisi, sono stati serviti: Mezzacorona, Rotari Flavio, 2005 e Valdo, "Oro Puro" Prosecco di Valdobbiadene Superiore, DOCG, NV.
Il menù prevedeva: raviolo aperto, barbabietola e formaggio di capra, ravioli di carciofi, pecorino e salsa alle erbe fresche accompagnati da un Fiano del Salento IGT, 2012 della Masseria Altemura, di Zonin; ravioli di baccalà in pasta al nero di seppia e aragosta alla diavola, cui è stato abbinato un Sassoalloro IGT Rosso Toscana del 2009 di Jacopo Biondi Santi; nduja ravioli, fresco burrata e briciole di pane piccanti accostati a "Il Sole di Alessandro" IGT Colli della Toscana Centrale, 2008 di Castello di Querceto e Torgiano Rosso Riserva, Rubesco Vigna Monticchio, DOCG 2007 dell’azienda vinicola Lungarotti.
E’ seguito quindi un dessert con gelato al Vin Santo e con paccheri siciliani con cioccolato, ricotta, pistacchio e arancia candita e ravioli fritti alla crema ed al cioccolato, accompagnato ad un Passito di Pantelleria DOC, 2008 della casa vinicola Abraxas e da un Asti DOCG, 2013 del Consorzio Asti.
A conclusione della cena si è proceduto alla premiazione dei vini prescelti con la consegna ai titolari delle case partecipanti di una speciale medaglia d’oro. Il premio è stato ricevuto da: Jacopo Biondi Santi, Pier Luigi Bolla per Valdo Spumanti, Alessandro Francois per Castello di Querceto, Luca Rigotti per Mezzacorona, Francesco Rabellino per Zonin, Janie Romani per Abraxas e Maria Teresa Severini per Lungarotti. Un premio speciale è stato assegnato al Consorzio ASTI DOCG, che partecipava con l’etichetta istituzionale ed allo chef Nicola Valle.
Nel corso della serata, alla quale erano presenti 360 ospiti, inclusi numerosi giornalisti, sono state premiate varie altre personalità fra le quali il Cavaliere del Lavoro Giovanni Rana per l’eccellenza nel campo alimentare, l’On. Frank Guarini, il Sindaco di Torino, On. Piero Fassino, la Dott.ssa Silvia Formenti, Chair del Dipartimento di Radioterapia Oncologica al NYU Langone Medical Center, l’On. Patricia de Stacy Harrison, Presidente e CEO del Corporation for Public Broadcasting. ed il giovane musicista siciliano, Francesco Cafiso, recentemente esibitosi alla Casa Bianca, cui è stato consegnato un premio speciale per sottolineare il contributo dei musicisti siciliani dell’evoluzione Jazz negli Stati Uniti e nel mondo.
La serata si è conclusa con le note della Orchestra Panorama che hanno fatto danzare i presenti fino a tarda notte.