IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Italian Wine Tour

Italian Wine Tour: 6 settimane, 90 aziende e 7000km in camper alla scoperta della nostra Italia del vino con focus l'Hospitality. Un viaggio che ci porterà a scoprire i servizi enoturistici e le risorse umane delle cantine italiane che hanno fatto dell'accoglienza un asset strategico della loro azienda.
Italian Wine Tour Martedi 21 Settembre 2021

Ottava pillola sull’enoturismo dall’Italian Wine Tour: i nostri consigli per migliorare l’approccio all’accoglienza in cantina

Episodio 8: riflessioni sull’utilizzo di un copione durante la visita enoturistica.

di Lavinia Furlani

Oggi nella nostra rubrica di pillole sull’enoturismo parliamo di una pratica molto diffusa, ovvero l’utilizzo di un copione durante la visita in cantina.

Partiamo subito con una domanda: siamo sicuri che raccontare tutto quello che sappiamo sulla nostra azienda sia il modo più efficace di conquistare gli enoturisti?

Noi non siamo convinti che questa sia la strada giusta; pensiamo, piuttosto, che sia importante ai fini comunicativi scegliere dal copione (con quello che definiamo un “metodo a-metodico”) solo quello che risulta utile, interessante e funzionale per la visita che stiamo conducendo.

Ciò non significa che non occorra sapere tutto della nostra azienda e del suo territorio: questo è un aspetto fondamentale della formazione dell’operatore enoturistico che non deve essere trascurato. Non è altrettanto vero, però, che sia necessario trasferire tutte le nozioni ai visitatori durante la loro ora di visita.

Guarda il video e segui le nostre pillole sull’enoturismo per saperne di più!