IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Tour Internazionali

Wine Meridian si propone di affiancare le aziende del vino italiane sui mercati esteri, organizzando tour internazionali nei Paesi più strategici, in partnership con enti specializzati e locali. In concreto, Wine Meridian si propone di supportare le aziende, organizzandone la partecipazione in collettiva a fiere internazionali ed eventi b2b che garantiscono una profilazione altamente qualificata di importatori, distributori, ristoratori, media e opinion leader.

Tour Internazionali Venerdi 05 Marzo 2021

Partecipa alle tappe 2021 in Russia con Wine Meridian e Simply Italian Great Wines

Mosca 28 giugno e San Pietroburgo 30 giugno, due date per incontrare i membri del trade locale e farsi conoscere.

di Cristian Fanzolato

Incontrare i più importanti professionisti russi del settore in un evento esclusivo, riservato ai migliori produttori d’Italia è da sempre l’obiettivo di Simply Italian Great Wines, l’evento ideato da IEM - International Exhibition Management per valorizzare l’enologia italiana in Russia, che in questa decima edizione fa tappa, come da tradizione, a Mosca e San Pietroburgo, rispettivamente il 28 e 30 giugno.

Quello di Simply Italian Great Wines è un'opportunità fondamentale di promozione per i produttori italiani. L'obiettivo primario è favorire l’incontro diretto con i membri del trade locale, importatori, distributori, sommelier, canale ho.re.ca., ma anche la stampa.

Due tappe in Russia decisive per aprire delle opportunità in questo mercato nel quale l’Italia continua a scalare la classifica dei partner commerciali. 
Tutto organizzato per creare la situazione migliore per l’incontro dei player del vino, con un walk around tasting che vede la partecipazione e la professionalità dei principali operatori del settore. 

Galina Ignatova, referente dell’Ice a Mosca, a proposito di
strategie per lo sviluppo dell’export in Russia dà questi consigli ai produttori italiani:

"È chiaro che è necessario
selezionare importatori che siano coerenti con le tipologie di vino che si vogliono vendere su questo mercato. E per farlo è fondamentale costruire una partnership costruttiva con gli importatori che sono qui i principali depositari della conoscenza di questo mercato. Continuare a pensare che l’unico problema è portare il vino su questo mercato e poi non accompagnare il processo di vendita attraverso strategie di marketing adeguate, a partire dalla promozione nel mondo della ristorazione, rischia di vanificare ogni sforzo.
 Il tema, quindi, è individuare il proprio target e costruire con gli importatori la strategia giusta per intercettare gli interlocutori giusti."

 

PERCHÈ LA RUSSIA? 

L’ Italia continua a dominare la classifica dei partner commerciali con un valore totale delle importazioni enoiche pari a 193 milioni di euro per i vini fermi e 28,6 milioni di euro per le bollicine nel primo trimestre 2019.
Nel 2019 aumentano le vendite di tutte le tipologie di vino DOP italiano con un aumento dei volumi rispettivamente del 1,0% per i rossi fermi, +0,5% per i bianchi fermi, 0,8% per i rosè, +1,6% per Champagne e +3,6% per altri spumanti.

L’asso nella manica si conferma la ristorazione: la cucina italiana, molto amata dai consumatori russi, costituisce un canale privilegiato per valorizzare la qualità delle etichette made in Italy. 

 

QUANDO 

Il walk around tasting in presenza, si terrà il 28 Giugno a Mosca ed il 30 Giugno a San Pietroburgo

Il termine ultimo per l'iscrizione è previsto per il 3 Maggio

 

COME PARTECIPARE 

Vista l'attuale situazione, la partecipazione all'evento in presenza è possibile mediante le seguenti opzioni: 

  1. Rchiedendo un visto d'affari su invito ministeriale. La società russa in questione si prenderà carico di avviare le pratiche dell’invito ministeriale. L'invito è personale ed una volta depositato l'invito si potrà procedere con le pratiche del visto;
  2. Appoggiandosi ad un contatto locale che rappresenterà e presenzierà il tavolo dell’azienda;
  3. Nel caso l’azienda non avesse nessun contatto locale, possiamo mettere a disposizione un sommelier, previamente istruito sui vini e l’azienda.

Inoltre, attualmente sono richiesti due tamponi molecolari: il primo, prima della partenza, ed il secondo una volta atterrati in suolo russo. Chiaramente, queste sono le indicazioni ad oggi.

 

Le due tappe a Mosca e San Pietroburgo rappresentano un chiaro segno di ripresa del mercato vitivinicolo, nonché un' occasione imperdibile per tornare ai walkaround tasting in presenza!

 

Per maggiori informazioni scrivere a redazione@winemeridian.com

 
 
 
123