IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Europa Venerdi 23 Luglio 2021

La viticoltura in Germania sta diventando grande

Cresce la professionalizzazione delle aziende vitivinicole tedesche: sono meno, più grandi e con un occhio di riguardo al biologico.

di Federico Gallo

Negli ultimi dieci anni, il mondo vitivinicolo tedesco è stato caratterizzato da un deciso impulso alla concentrazione. Come riportato dal German Wine Institute (GWI/DWI), sulla base dei dati raccolti dall’ Ufficio Federale di Statistica, il numero delle aziende vinicole è diminuito del 20% tra il 2010 e il 2020, passando da 19.046 a 15.151 aziende.

Diminuisce il numero dei player, che accrescono però le proprie dimensioni: la superficie vitata è infatti aumentata a livello nazionale, passando dai 96mila ettari del 2010 ai 99mila del 2020 (+3%). Date queste premesse, risulta evidente come anche la dimensione media delle aziende sia in crescita, più precisamente del 29% rispetto al 2010, con l’azienda vinicola-tipo che arriva ad avere oggi circa 6.6 ettari vitati -in ogni caso, bisogna precisare che le microimprese con meno di mezzo ettaro di vigne non sono incluse nella statistica.

Come spiegato dall’amministratore delegato del GWI, Monika Reule, le aziende più di successo hanno messo in atto un’imponente strategia di acquisizione di vigne o intere cantine ormai abbandonate, rivalorizzandole grazie a una sempre maggior professionalizzazione dell’intero comparto vitivinicolo tedesco.

Osservando nel dettaglio i dati per le singole regioni, il processo di concentrazione risulta interessare principalmente la Renania-Palatinato, la più estesa tra le regioni vinicole con 63mila ettari, le cui aziende sono diminuite del 30% nell’ultimo decennio, passando da 9.276 alle 6.501 attuali. Nel Baden-Württemberg opera un numero simile di imprese, 6.464 (-14% sul 2010), ma su una superficie decisamente minore: 25mila ettari vitati; praticamente invariati, invece, i numeri della Baviera con 1.529 aziende e 5mila ettari.

Infine, la società di statistica Destatis fornisce i numeri della viticoltura biologica in Germania, dove circa il 10% delle vigne (9.579 ettari) è allevato in biologico da 921 aziende agricole, registrando un aumento del 21% dei player e del 27% della superficie rispetto a quanto rilevato nel 2016.