IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Esperienze Aziendali

Le aziende sono un osservatorio privilegiato per capire le dinamiche del mercato ma anche i diversi modelli di comunicazione. Per questo abbiamo scelto di raccontare le esperienze aziendali non per pubblicizzare alcuni brand ma per evidenziare quelle realtà produttive che sono riuscite ad essere originali e vincenti attraverso le loro scelte in vigna, in cantina, sui mercati.
Esperienze Aziendali Mercoledi 16 Giugno 2021

Perbacco® Wine Box: un’unica soluzione sicura, versatile e sostenibile

All-in-one, ecco cosa rappresenta la linea Perbacco® Wine Box: una soluzione unica in grado di garantire protezione, solidità, modularità, leggerezza e sostenibilità al 100%.

di Emanuele Fiorio

Abbiamo intervistato Andrea Schirato di ERREVI Srl, responsabile tecnico-commerciale di Perbacco® Wine Box

Linea Perbacco® Wine Box: quali sono le peculiarità che differenziano questa linea sul mercato?
Oggi sul mercato Italiano ci sono oltre 15 diverse tipologie di imballi in EPS per la spedizione di bottiglie.
Le caratteristiche che differenziano Perbacco® sono principalmente quattro:

  1. l’utilizzo di un unico imballo senza l’uso del cartone esterno;
  2. la possibilità di poter confezionare svariati modelli di bottiglie e di diverse dimensioni;
  3. la possibilità di personalizzare il contenitore per mezzo di stampa digitale;
  4. la forma e il design dell’imballo che protegge la bottiglia e ne contiene il suo movimento durante il trasporto. 


Stabilità, facilità di stoccaggio e imballo, come garantite questi aspetti?
Pur essendo una schiuma espansa, l’EPS ha una eccezionale stabilità dimensionale che permette l’invio sia del singolo collo che di contenitori pallettizzati multipli.
Pur essendo comunque un imballo ingombrante Perbacco® è molto leggero (solo 40 kg per pallet) e dunque si può stoccare il prodotto sovrapponendo uno sopra l’altro fino a 3 pallet, senza alcun rischio per gli operatori.

Il materiale che usate, l’EPS è costituito per il 98% del suo volume da aria. Cosa significa?
Tutti i manufatti prodotti, sono realizzati in funzione delle caratteristiche e della finalità di impiego.
Leggerezza, resistenza termica, resistenza all’urto sono prestazioni che solo un materiale espanso  come l'EPS possono garantire.
Tutti gli imballi in EPS non sono altro che l’insieme di piccoli involucri d’aria tenuti insieme tra di loro fino a formare un manufatto.
Aria e resistenza all’urto sembrano in contraddizione ma fino ad oggi non è stato trovato nessun materiale alternativo per sostituire, ad esempio, l’interno dei caschi per le bici o le moto. La testa, ossia il bene che proteggono, ha senza dubbio un valore inestimabile.

L’EPS è un materiale riciclabile al 100% e può essere riciclato a più livelli. Ci vuole spiegare questo aspetto (riciclo+, riciclo++, riciclo+++)?
L’EPS è un materiale plastico e, come tutti i materiali plastici, è riciclabile all’infinito.
Per chiarire meglio, l'EPS  è lo stesso materiale con cui vengono realizzati bicchieri o stoviglie trasparenti, solo con una aggiunta di aria.
Nel caso di Perbacco® il messaggio che abbiamo voluto dare mira a responsabilizzare maggiormente il consumatore, dando un imballo robusto da riutilizzare più volte anche a casa come cantinetta.
Il primo passo per rispettare l’ambiente è il riutilizzo (riciclo+), poi si passa all’utilizzo dello scarto da recupero per prodotti destinati all’impiego edile (riciclo++), infine alla rigenerazione miscelando al prodotto vergine per ottenere dei termoplastici per impieghi di basso costo (riciclo+++).

Perbacco® Celsius è la novità 2021, di cosa si tratta?
I nostri più importanti clienti, specie nell'e-commerce, hanno sempre lamentato un calo delle vendite di bottiglie "pregiate" durante il periodo estivo per il rischio che durante il trasporto un aumento della temperatura comprometta il prodotto.
La filosofia aziendale è sempre stata quella di soddisfare le esigenze quando si presentino. Da qui è la realizzazione di un imballo per la spedizione di 6 bottiglie che, opportunamente dimensionato e corredato da piastre refrigeranti, garantisca che la temperatura del vino rimanga al di sotto di 19,5 °C per 48 ore.

Avete affrontato il più severo crash test specifico per gli imballi, ottenendo il certificato ISTA 3A. Come si raggiunge questo obiettivo?
Tutto parte da una attenta progettazione e dalla analisi della deformazione dovuta agli urti.
Il nostro obiettivo da subito è stato quello di realizzare un imballo senza eguali, valutando tutti gli aspetti che ne comporta l’utilizzo.
Leggero, isotermico, resistente agli urti e veloce da confezionare.

Quali sono i vostri mercati export di riferimento e quali sono i maggiori input che questi mercati vi stanno fornendo in termini di innovazione?
Sono diverse le tipologie di clienti che impiegano i nostri imballi. 
Largo impiego di Perbacco® viene fatto da molte piattaforme di e-commerce, piccole e grandi cantine, frantoi, produttori di succhi di frutta e laboratori di analisi e persino cosmesi.
L’incidenza del trasporto su questi prodotti è purtroppo importante ed è un limite per la commercializzazione all’estero.
Oggi Perbacco® conta più di 1.000 clienti sparsi in tutto il territorio nazionale con importanti clienti esteri in Spagna, Francia, Belgio, Austria, Slovenia, Croazia, Israele, Cina, Polonia, Grecia, Portogallo e Stati Uniti.