IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Tasting

I tasting di Wine Meridian non vogliono limitarsi a raccontare le caratteristiche dei vini ma riuscire ad entrare nella filosofia produttiva di un’azienda, nell’anima più autentica di un territorio al fine di poter comunicare al mondo la straordinaria ma complessa eterogeneità del nostro giacimento vitienologico.
Tasting Venerdi 24 Settembre 2021

Wine Pager

Autoctoni - Sonntaler Alto Adige Schiava DOC Alte Reben 2020, Kurtatsch Kellerei

di Giovanna Romeo

Ci siamo crogiolati al sole entrando nel mood un po’ sudoku, un po’ cruciverba, un po’ quelli della passeggiata sul bagnasciuga. Qualcuno ha scelto di compiacere l’anima più intellettuale di sé stesso optando per un buon libro. A me ne sono piaciuti almeno tre (tema vino naturalmente), che vi segnalo per il rientro in città. Non sono uscite recenti ma a mio giudizio imperdibili per chi come noi ama degustare, approfondire, studiare. Soave Terroir, un progetto realizzato dal Consorzio Tutela Vino Soave per raccontare il Soave dopo l’inserimento delle 33 Unità Geografiche Aggiuntive; Barbaresco MGA del degustatore, giornalista, cartografo Alessandro Masnaghetti e la sua nuova nonché seconda edizione con mappe e contenuti. Rimanendo sempre in Piemonte e sempre a Barbaresco Max Rella, giornalista, fotografo e comunicatore, ha realizzato un catalogo fotografico “Volti di Barbaresco” con l’obiettivo di mostrare i protagonisti, i produttori, le cantine che operano sul territorio. Ecco le quattro selezioni della nona uscita di Wine Pager; da nord a sud per accendere la vostra voglia d’autunno.

Un vitigno autoctono felicemente ritrovato in un interessante esecuzione contemporanea, una veste moderna e autorevole che gli consente di esprimersi secondo la sua personalità sfaccettata, poliedrica, multiforme. Un calice di Schiava è un viaggio a ritroso nel tempo, in una cultura contadina che lo ha vestito di riturali quotidiani, di usanze che trovano nella semplicità la forma più autorevole. Finalmente possiamo raccontare la Schiava voce importante del territorio altoatesino, ancora forse alla ricerca della sua identità, come un insieme di potenzialità che si evolvono costantemente verso l’eleganza, l’armonia, la complessità tutta giocata su una linearità di beva. Dalle vigne più vecchie di età compresa tra i 60 e i 90 anni, Sonntaler Alte Reben vendemmia 2020, recentemente premiato alla Vernatsch Cup 2021 -categoria selezione - giunta alla sua diciottesima edizione, è il segno tangibile di un nuovo modo di pensare al territorio, riflesso concreto di un habitat qualitativamente eccellente. Vino classico e profumato, è per tradizione l’assemblaggio di alcune sottofamiglie di varietà di Schiava, in prevalenza Schiava Grigia. L’affinamento tradizionale in grandi botti di legno accresce l’ampiezza dei profumi che offrono sfumature di ribes rosso, more selvatiche, fragoline di bosco, aromi ricamati su tensione acida, pulizia e agilità.

Ci mangio: Lasagne alla bolognese

Bottiglie prodotte: 18.000

www.kellerei-kurtatsch.it