IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Tasting

I tasting di Wine Meridian non vogliono limitarsi a raccontare le caratteristiche dei vini ma riuscire ad entrare nella filosofia produttiva di un’azienda, nell’anima più autentica di un territorio al fine di poter comunicare al mondo la straordinaria ma complessa eterogeneità del nostro giacimento vitienologico.
Tasting Giovedi 24 Ottobre 2013

Roberto Anesi ci racconta di un vino che ha saputo esportare l'immagine del Trentino nel mondo

San Leonardo - Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga 2007

di Roberto Anesi

Ci eravamo lasciati la scorsa volta con un grande vino del Piemonte, il Boca le Piane 06. Oggi cambiamo territorio ed andiamo a raccontare qualcosa della mia terra d’origine: si, parliamo di Trentino e di un grande vino rosso.

L’esordio della mia regione doveva essere qualcosa di veramente rappresentativo, ho così scelto una delle etichette che hanno esportato l’immagine del Trentino sia in Italia che all’estero, con grande prestigio: il San Leonardo del Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga 2007

Il vino nasce nel sud della regione ed esattamente a Borghetto all’Adige, ai confini con la provincia di Verona dove il famoso vento, l’Ora del Garda, svolge un’azione determinante per la perfetta maturazione delle uve di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Merlot. Da anni è conosciuto come il più bordolese dei vini italiani e con il tempo ha saputo accaparrarsi una schiera di affezionati estimatori grazie ad quel mix di eleganza e capacità di evolvere nel tempo che del San Leonardo sono ormai diventati un marchio di fabbrica.


Ho degustato per voi l’ultima annata appena messa in commercio, il 2007. Si presenta nel bicchiere di veste rosso granato appena accennato, di colore ancora scuro e compatto ma molto luminoso. Subito decisa, al naso, la nota di cassis e di prugna che si accompagna a sensazioni più sfumate di lavanda, cacao, bacche di ginepro e tabacco da sigaro. Nel finale emergono tocchi lievemente balsamici e vegetali. Al palato è molto equilibrato nelle sue sensazioni con un corpo piacevolmente elegante e tannini dalla grana finissima. Chiude in bocca con ricordi di frutta scura e caffè d’orzo.


Per valorizzarne in pieno il carattere di questo vino posso consigliarvi di controllate bene la temperatura di servizio: 16°C sono l’ideale per esaltarne il delicato equilibrio!



Alla prossima!